IMPROVVISAZIONE IN CUCINA?

Improvvisare per non sprecare

 
 

Non serve trovarsi unicamente in situazioni di catastrofe o emergenza per improvvisare. 

 

Così ha dichiarato Ludovica Leone, Direttore scientifico del Global MBA in Food e Wine in un articolo dedicato all’Improvvisazione e management. 

Partiamo da questa frase.

A chi mastica il linguaggio e le dinamiche dell’improvvisazione teatrale, il legame con la cucina non lascerà esterrefatto. La cucina è infatti da considerarsi oggi più che mai come una vera e propria forma d’arte. 

Se un tempo il cibo godeva di scarsa considerazione -  soprattutto nella scienza e nella filosofia regnava la consapevolezza che questo fosse solo un bisogno primario, disancorato dal piacere del gusto - l’attenzione e l’importanza che invece negli ultimi decenni si è data alla cucina hanno completamente ribaltato lo scenario. 

A questo proposito Massimo Bottura, uno dei migliori chef stellati al mondo, ha sostenuto che oggi «la cucina è “responsabilità” perché nei suoi piatti veicola messaggi come l’arte, e deve assumersi le responsabilità delle conseguenze». 

Teniamo a mente anche questa frase. 

Dallo studio svolto su un gruppo composto da 27 chef - al momento dell’intervista 3 avevano 3 stelle Michelin, 10 2 stelle, 10 una stella e 4 nessuna stella - è emerso che questi si cimentano spesso in quattro tipi di improvvisazione: improvvisazione su richiesta, improvvisazione spontanea creativa, improvvisazione per emergenza e improvvisazione organizzata. Tutte e quattro meriterebbero un approfondimento ma concentriamoci sull’ultimo tipo: per quanto possa sembrare apparentemente un controsenso, l’improvvisazione organizzata si verifica spesso nell’alta cucina in due situazioni: 1. quando i cuochi hanno già deciso che alcune azioni della giornata saranno improvvisate come la creazione degli amuse bouche (il benvenuto della cucina), dei pre-dessert o dei piatti fuori carta. 2. quando i cuochi hanno già deciso come gestire sul momento un’improvvisazione potenziale, in modo da evitare la difficoltà generata da sfide inattese. 

Tutto ciò non crea smarrimento in cucina, non rende meno vero un piatto ma risponde alla regola della ‘pianificazione strategica’. Siamo infatti soliti identificare l’improvvisazione come un comportamento estemporaneo o la via di uscita in situazioni difficoltose. Improvvisare invece, in questo scenario come in tanti altri, significa creare opportunità ma anche… sprecare meno cibo! 

Secondo alcuni dati delle Nazioni Unite ogni anno finisce nella spazzatura oltre un miliardo di tonnellate di cibo mentre 800 milioni di persone soffrono la fame. Eppure, secondo lo chef Bottura e altri quattro chef provenienti da Europa, Canada, Messico e Giappone, un modo per non sprecare e buttare via il cibo c’è, basta conoscerlo. Da qui i progetti ‘Why Waste?’ e ‘Food for Soul’, progetto di inclusione sociale che accoglie nei refettori chi è in difficoltà.

Immagina ora di trovarti davanti al tuo frigorifero. Ci sono il latte aperto da tre giorni, due gambi di sedano che stanno appassendo, qualche oliva denocciolata, un pomodoro, una melanzana e una busta di prosciutto crudo. I più pigri penseranno “Bella, non ho niente, mi ordino una pizza”, rischiando dunque di fare andare a male questo poco cibo che piange al freddo, in frigo. I più fantasiosi invece potrebbero pensare di unire in una padella la melanzana, il  sedano, il pomodoro e le olive, e di surgelare il latte (ebbene sì, si può congelare, parola di Bottura) per comporre un piatto nuovo, mai provato, totalmente improvvisato. Il risultato potrebbe essere tanto spettacolare quanto disgustoso, ma perché non rischiare?

Non aspettare allora l’emergenza per improvvisare. Assumiti la responsabilità del rischio  di provare cose nuove e soprattutto quella della riduzione dello spreco. 

 

E buon appetito!

 

di Giulia Donnarumma

altri articoli...


giovedì 15 dicembre
OROSCOPO PER IMPROVVISATORI GENNAIO
2023

mercoledì 2 novembre
OROSCOPO PER IMPROVVISATORI DICEMBRE
2022

martedì 1 novembre
OROSCOPO PER IMPROVVISATORI NOVEMBRE
2022

lunedì 23 maggio
IMPRO POETRY
Il Poetry Slam

venerdì 29 aprile
IMPROVVISAZIONE E JAZZ
Una nota tu, una battuta io.

lunedì 4 aprile
IMPROVVISARE NELLO SPORT
La tecnica non è tutto

lunedì 21 marzo
IMPROVVISARE UN DISCORSO
Poche parole ma buone

lunedì 7 marzo
IMPRO E DISABILITA'= INCLUSIONE
Una storia d'amore

lunedì 21 febbraio
IMPROVVISAZIONE E RAP
Il freestyle magia dell'improvvisazione

lunedì 31 gennaio
LA LEADERSHIP E L'IMPROVVISAZIONE
Quale leader manca ancora all’appello?

martedì 18 gennaio
IMPROVVISAZIONE NELLA DANZA
Una cura per corpo e mente

martedì 18 gennaio
IMPROVVISAZIONE IN CUCINA?
Improvvisare per non sprecare

lunedì 17 gennaio
IMPROVVISAZIONE TEATRALE CHE?
Tutto tranne che banale