Sabato 7 dicembre – “OFFLIFE”


Sbirciare la vita di coppia altrui attraverso i cellulari.
Oppure fare una scelta per altri …
Chi non vorrebbe farlo?

Il Cellulare diventa per voi strumento di distrazione? Vi capita mai di passare più tempo incollati allo schermo che col resto del mondo ? Di che colore sono gli occhi di tua moglie /marito ? Ehi non vale guardare, dovresti saperlo!

Entreremo all’improvviso nel quotidiano di due persone ormai estranee, vivremo la loro giornata, dalla prima colazione al bacio della buonanotte, alla ricerca di qualcosa di dimenticato

Di e con Barbara Barbareina e Leonardo Cagnolati.

Prenota il tuo posto:
https://bit.ly/2ktGhwX

BIGLIETTI:
INTERI: 12€
SOCI: 10€
RIDOTTI: 6€

Sabato 23 novembre – “HAROLD”


“6 attori in scena, infiniti mondi”

Harold, format nato negli Stati Uniti, inizia con un suggerimento del pubblico, solitamente una frase o una parola.
Gli attori presentano in scena, all’inizio dello spettacolo, numerose “micro-improvvisazioni” legate al suggerimento proposto, ed alcune di queste saranno scelte come temi ed elementi delle storie successive che si svilupperanno durante la performance.

Le diverse storie improvvisate, che vivono in parallelo ed indipendenti tra loro, contengono quindi elementi comuni, perché nate dal medesimo spunto: per gli spettatori risulterà interessante e piacevole riconoscerli e trovare i legami tra le varie situazioni.

Durante la Long Form le varie storie si alternano, inseguendosi ed intersecandosi, in una varietà di ritmi e di linguaggi, accompagnate da musiche seguite dal vivo e rigorosamente improvvisate.

Nello spettacolo possono coesistere situazioni comiche e drammatiche in una continua mescolanza di stili. Caratteristiche forti del lavoro sono, infatti, l’utilizzo e l’associazione di differenti linguaggi teatrali, dal naturalistico, all’onirico, al poetico, al cantato, all’espressione corporea.

Per prenotazioni
info@traattori.it oppure 328 6537688

RASSEGNA – Sabato 19 gennaio – “HAROLD”


“6 attori in scena, infiniti mondi”

Harold, format nato negli Stati Uniti, inizia con un suggerimento del pubblico, solitamente una frase o una parola.
Gli attori presentano in scena, all’inizio dello spettacolo, numerose “micro-improvvisazioni” legate al suggerimento proposto, ed alcune di queste saranno scelte come temi ed elementi delle storie successive che si svilupperanno durante la performance.

Le diverse storie improvvisate, che vivono in parallelo ed indipendenti tra loro, contengono quindi elementi comuni, perché nate dal medesimo spunto: per gli spettatori risulterà interessante e piacevole riconoscerli e trovare i legami tra le varie situazioni.

Durante la Long Form le varie storie si alternano, inseguendosi ed intersecandosi, in una varietà di ritmi e di linguaggi, accompagnate da musiche seguite dal vivo e rigorosamente improvvisate.

Nello spettacolo possono coesistere situazioni comiche e drammatiche in una continua mescolanza di stili. Caratteristiche forti del lavoro sono, infatti, l’utilizzo e l’associazione di differenti linguaggi teatrali, dal naturalistico, all’onirico, al poetico, al cantato, all’espressione corporea.

Per prenotazioni
info@sheikhebadur09149.ipage.com oppure 328 6537688

Sabato 17 novembre – “IMPROVVISAMENTE”


Un format di e con Marcello Savi, Leonardo Cagnolati e Caterina Gozzoli, con il supporto dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia.

Obiettivo: superare la paura dello psicologo, quella persona che nella credenza popolare “cura i matti”. Valorizzare la figura dello psicologo, attraverso un lavoro ironico sugli stereotipi e i pregiudizi.
IMPROVVISA-MENTE

Lo spettacolo esplora il mondo degli psicologi in modo diverso e creativo attraverso una performance teatrale completamente improvvisata, dove si cercherà di abbattere i pregiudizi su di essi, tipo: “Lo psicologo potrebbe manipolare la mia mente”; “Lo psicologo è per i deboli”; “Nessuno può capire il mio dolore”; “Perché andare da uno psicologo se posso parlare con un amico?”; “Io sono fatto così…”.

 

RASSEGNA – Sabato 20 ottobre – “HAROLD”


“6 attori in scena, infiniti mondi”

Harold, format nato negli Stati Uniti, inizia con un suggerimento del pubblico, solitamente una frase o una parola.
Gli attori presentano in scena, all’inizio dello spettacolo, numerose “micro-improvvisazioni” legate al suggerimento proposto, ed alcune di queste saranno scelte come temi ed elementi delle storie successive che si svilupperanno durante la performance.

Le diverse storie improvvisate, che vivono in parallelo ed indipendenti tra loro, contengono quindi elementi comuni, perché nate dal medesimo spunto: per gli spettatori risulterà interessante e piacevole riconoscerli e trovare i legami tra le varie situazioni.

Durante la Long Form le varie storie si alternano, inseguendosi ed intersecandosi, in una varietà di ritmi e di linguaggi, accompagnate da musiche seguite dal vivo e rigorosamente improvvisate.

Nello spettacolo possono coesistere situazioni comiche e drammatiche in una continua mescolanza di stili. Caratteristiche forti del lavoro sono, infatti, l’utilizzo e l’associazione di differenti linguaggi teatrali, dal naturalistico, all’onirico, al poetico, al cantato, all’espressione corporea.

Per prenotazioni
info@sheikhebadur09149.ipage.com oppure 328\ 6537688