Compagnia Teatrale TraAttori


La compagnia teatrale dei TraAttori nasce insieme all’associazione culturale per promuovere il teatro improvvisato in italia.

Format autoprodotti:

“ImprovvisaMENTE”
“ImprovvisaMente” é uno spettacolo pensato per superare la paura dello psicologo, quella persona che nella credenza popolare cura i “matti”. Lo spettacolo esplorerà il mondo degli psicologi in modo diverso e creativo attraverso una performance teatrale completamente improvvisata, dove si cercherà di abbattere i pregiudizi su di essi, tipo: “Lo psicologo potrebbe manipolare la mia mente” “Lo psicologo è per i deboli” “Nessuno può capire il mio dolore” “Perché andare da uno psicologo se posso parlare con un amico?” “Io sono fatto così…” Un format di e con Marcello Savi, Leonardo Cagnolati e Caterina Gozzoli, con il supporto dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia.

“L’HOSTARIA”
La crisi, le relazioni, l’amicizia, il naso di Peppa Pig… Nell’hostaria dei TraAttori 3 amici accompagnati da una buona bottiglia di lambrusco, salame e formaggio, vi racconteranno storie incredibili attraverso l’unica vera arma in loro possesso: L’IMPROVVISAZIONE. Gli spunti saranno dati direttamente dai commensali (il pubblico presente in sala) o dall’oste di turno che a seconda delle situazioni potrà obbligare gli attori in scena ad improvvisare seguendo dialetti, stili, autori letterari, rima o a cantare una serenata alla “sfortunata” di turno…

“SALMONI”
Due pescatori. Una serie di canzoni scelte dal pubblico, che ispireranno i due pescatori. La sagra di chi racconta la palla più grande. La messa in scena. Il tutto rigorosamente improvvisato. Di e con Marcello Savi e Mauro Simolo (B-Teatro).

“IMPRO EVOLUTION SOCCER”
In una scenografia che ricrea l’atmosfera di una finale di champion’s league, 2 squadre di 3 attori si contenderanno la coppa attraverso sfide lanciate a suon di improvvisazioni. Un telecronista ed un arbitro decideranno sulla sorte della partita infliggendo falli, cartellini gialli, rossi, espulsioni a tempo e calci di rigore con monologhi improvvisati. Alla fine solo la squadra che avrà avuto il coraggio di rischiare maggiormente porterà a casa l’ambito trofeo sulle note di We Are the Champions!